Passeggiata in centro storico con aggressione


LO AVEVAMO DETTO!

In campagna elettorale avevamo affermato che tanta era ancora la strada da fare affinché la nostra città fosse davvero riconosciuta come Città della Cultura e non come Città della delinquenza. Di qui la proposta di mettere al centro dell’azione amministrativa una programmazione che consentisse innanzitutto di sfruttare il potenziale inespresso della Galleria Nazionale De Vanna.
Siamo stati attaccati da alcuni personaggi che, forse strumentalizzati dalle forze politiche, si sono sentiti offesi da tale dichiarazione.

Oggi però ci svegliamo con l’ennesimo episodio che dovrebbe far insorgere la parte sana di Bitonto.
La Bitonto che non deve avere Paura.
La Bitonto che non si arrende.
A voi le dovute riflessioni, ma è doverosa anche la riflessione di tutte le forze politiche, cui seguano azioni concrete, al di là delle strumentalizzazioni.

“Un’aggressione senza motivo e quella che doveva essere un’allegra passeggiata con gli amici si trasforma in un incubo. La madre della giovane vittima scrive un post che non può affondare nel vasto grigiore di un social. Urge una riflessione, soprattutto sulla necessità di sicurezza in città e sull’indifferenza di molti, troppi bitontini dinanzi ad episodi del genere”. (dal da Bitonto)