Riscossione tributi al 18%


Solo il 18% di quanto dovuto dai contribuenti negli anni scorsi è stato versato nelle casse comunali. Quanto dichiarato dai Revisori dei Conti è una fotografia della situazione di Bitonto che lede le sorti dei contribuenti che pagano regolarmente, ma che riceveranno meno servizi.

Per cinque anni non è stato emesso un atto di ingiunzione.

Il Comune di Bitonto, al contrario di molti altri centri vicini, non ha aderito al dispositivo di legge per la rottamazione delle cartelle esattoriali (o meglio alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento prevista dal decreto legge 193 del 2016). Aderendo alla procedura, entro il 31 marzo 2017, il contribuente avrebbe pagato solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di remunerazione del servizio di riscossione. Un provvedimento valevole per irregolarità maturate dal 2000 al 2016. Non erano dovute dunque sanzioni, interessi di mora, e somme aggiuntive gravanti su crediti previdenziali.

Proponiamo ora almeno di aderire al baratto amministrativo per consentire anche un risparmio all’ente ottenendo servizi dai cittadini che hanno difficoltà a pagare le tasse.